21/09/2018 Gli aromi naturali panna e mascarpone di Jeneil17/09/2018 Nuovo sito e logo rinnovato in casa Telme31/08/2018 Un autunno ricco di novità per Bussy27/08/2018 Inizio Novembre: Corso Di Donata Panciera presso Galatea27/07/2018 Agostoni: Nuovo Brand e Nuovo Pack

La rivista

È nato “Giro di Gusto”

Per gli amanti del gelato artigianale arriva un nuovo concept, un design innovativo made in Italy in alternativa ai classici cono, coppetta e vaschetta...

È stato lanciato ufficialmente allo scorso Sigep Giro di gusto. Un progetto che si propone di valorizzare i consumi di gelato artigianale attraverso la creazione di supporti innovativi e di design che consentono di far assaporare i gusti separatamente combinandoli in un vero e proprio percorso gustativo, un “giro di gusto” appunto. Grazie a Giro di Gusto il cliente potrà sperimentare l’esperienza del gusto puro, mentre il gelatiere ha l’opportunità di far apprezzare maggiormente la qualità delle proprie creazioni.

L’innovazione ha colpito i diversi operatori del comparto, basti pensare che per la prima volta diverse aziende del settore si uniscono per supportare i gelatieri in un progetto all’insegna del made in Italy: Erremme per la plastica, Coop box per il polistirolo, Scatolificio del Garda per la carta e Comaco Alimentare con Cono Firenze per la cialda. Durante l’incontro di presentazione del progetto la dott.ssa Rolle - docente dell’Università di Torino e dello IAAD, Istituto di Arte Applicata e Design di Torino - che da 15 anni si occupa di innovazione attraverso uno studio costante delle tendenze e dei nuovi modelli di consumo emergenti, ha esposto i risultati della ricerca da cui ha avuto origine l’idea di Giro di Gusto.

Tra i diversi spunti di riflessione, nel corso della presentazione si è sottolineato come il consumatore oggi non pare percepire, se non minimamente, l’innovazione per quanto riguarda i supporti, poiché nonostante le “novità” stagionali la modalità di consumo proposta resta da sempre invariata.

L’offerta delle gelaterie rimane quindi pressoché identica di fronte a un consumatore oggi sempre più sensibile al design, all’esperienza multisensoriale, al servizio, abituato già in altri contesti alla degustazione e alla valorizzazione della qualità. Da qui l’idea di pensare e progettare qualcosa di nuovo che interpretasse queste esigenze.

E’ iniziato così un lungo lavoro, di circa due anni, in cui il team Giro di Gusto (giovani designer, maker e ricercatori) insieme con i produttori di supporti, ha sviluppato, prototipato e testato sul campo soluzioni che potessero andare incontro alle esigenze sia del consumatore sia del gelatiere.

Spesso molti progetti di design, anche accattivanti, perdono significato davanti alla difficile fattibilità, Giro di Gusto invece è riuscita a realizzare tutti i suoi progetti: declinati nella collezione 2014.

 

 

La collezione

Tanti modelli, tutti diversi, ciascun “Giro” è pensato per mercati e usi differenti, così che ciascun gelatiere possa scegliere la soluzione più adatta al proprio stile e alla propria clientela. Dal consumo sul punto vendita, al passeggio, all’asporto, in cialda, in carta, in plastica e in polistirolo. Nell’incontro al Sigep, ciascuna azienda che ha creduto nel progetto ha presentato il proprio “Giro” descrivendone le caratteristiche e i possibili contesti di consumo.

Semplice, estremamente versatile e “universale” è risultato il Giro Domino, prodotto da Erremme, un supporto in plastica 100 % riciclabile, disponibile a 2, 3 e 4 alveoli, adatto in gelateria sia per il passeggio che per l’asporto ma anche per composizioni in pasticceria, nel catering e nel finger food.

Di forte impatto estetico Giro Vintage, un supporto in carta (a breve anche in versione compostabile) personalizzabile prodotto dallo Scatolificio del Garda, che consente di offrire in un contenitore 3 differenti gusti di gelato.

Ha stupito molto Giro Snack, il supporto in cialda stampata che consentirà a gelatieri (ma anche a pasticceri) la possibilità di creare veri e propri snack artigianali. Un prodotto nuovo e diverso per gli amanti della cialda e per chi cerca una merenda più ridotta rispetto al classico cono gelato. Verrà prodotto dalla Cono Firenze in collaborazione con Comaco Alimentare s.r.l.

Molto apprezzate le due soluzioni per l’asporto in polistirolo che propongono per la prima volta contenitori da 250 grammi. Un’innovazione forte se si pensa che il quantitativo minimo per l’asporto disponibile oggi nella stragrande maggioranza delle gelaterie è di 350 grammi.

Il primo, Giro Multi Cup, prodotto in polistirolo termoformato dalla Coopbox, è un contenitore dal design organico molto maneggevole pensato per l’asporto di singoli gusti di gelato. È possibile utilizzarlo sia come monoporzione sia come multi-porzione, in questo caso i contenitori possono essere impilati e confezionati in un apposito cartone personalizzabile.

Infine Giro Moon, progettato per essere prodotto in polistirolo preformato, è un contenitore di forte impatto estetico, a forma di luna, che prevede l’impilaggio per incastro dei singoli moduli. In questo modo i gusti vengono mantenuti separati e sovrapposti senza limiti. Giro Moon prevede inoltre la possibilità di abbinare un “tubo” per il trasposto delle cialde o altro.

Login

Club del Gelato

» Registrati, è gratis!